immagine_rss
Scelta lingua: RU Scelta lingua: RO Scelta lingua: PL Scelta lingua: EN Scelta lingua: IT_off

UTILIZZO DEI COOKIES

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare, questo Sito fa uso di cookies.

Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

Questo sito non fa uso di cookies per scopi pubblicitari o di profilazione dell'utenza, bensì utilizza soltanto cookies di tipo tecnico.

I cookie tecnici sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

  • misurano l'utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l'esperienza di navigazione e i servizi stessi;
  • sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito;
  • comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione.

In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie tecnici vengono sempre inviati dal dominio.

L'unico cookie di terze parti è di Google, di tipo PREF (Preferenze), e serve esclusivamente a memorizzare le preferenze dell'Utente riguardo ai risultati della ricerca incorporata nel sito.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.

Argomento:     

14.09.2017 - Negoziabile il divieto di concorrenza fra cedente e alienante

Secondo l’articolo 2557 del codice civile, chi aliena l'azienda deve astenersi, per il periodo di cinque anni dal trasferimento, dall'iniziare una nuova impresa che per l'oggetto, l'ubicazione o altre circostanze sia idonea a sviare la clientela dell'azienda ceduta.

Il patto di astenersi dalla concorrenza [2125, 2573] in limiti più ampi di quelli previsti dal comma precedente è valido, purché non impedisca ogni attività professionale dell'alienante. Esso non può eccedere la durata di cinque anni dal trasferimento.

Se nel patto è indicata una durata maggiore o la durata non è stabilita, il divieto di concorrenza vale per il periodo di cinque anni dal trasferimento [1339].

Nel caso di usufrutto [978] o di affitto 1615] dell'azienda [2561, 2562] il divieto di concorrenza disposto dal primo comma vale nei confronti del proprietario o del locatore per la durata dell'usufrutto o dell'affitto.

Le disposizioni di questo articolo si applicano alle aziende agricole solo per le attività ad esse connesse, quando rispetto a queste sia possibile uno sviamento di clientela [2135] .

Quindi, in caso di cessione di azienda e con riferimento al divieto di concorrenza bisogna porsi delle domande:

  • il cedente esercita altre attività concorrenti?

Visto che l’articolo 2557 non parla di attività preesistenti, il fatto che l’imprenditore alienante svolga attività in concorrenza che preesistevano alla cessione di azienda, non sembra costituire un’infrazione al divieto di concorrenza;

  • il cedente prevede di iniziare una nuova attività dopo la cessione?

E’ assolutamente necessario verificare che per tipologia, oggetto, ubicazione o altre circostanze sia idonea a sviare la clientela dell'azienda ceduta

  • la nuova attività potrebbe sviare la clientela?

Si tratta di verificare se c’è anche solo una potenziale attitudine a sviare la clientela, senza che in concreto avvenga la sottrazione di clienti.

Il periodo di tempo stabilito dal codice è pari a cinque anni, ma, in ossequio al principio dell’autonomia contrattuale, le parti possono stabilire limiti diversi.

=======================================

Per informazioni, assistenza e preventivo contattaci